Vai al contenuto

Da brava urbinate e da appassionata di giardini dico che avrei desiderato questo giardino per me. Mi rallegro che io abbia potuto progettarlo, facendolo diventare anche un po' mio. Se è così accurato nei dettagli, devo ringraziare i proprietari che hanno voluto realizzarlo al meglio. Clienti e collaboratori a tutti gli effetti. Grazie ragazzi!

Il giardino prima dell'intervento

Il giardino è un giardino pensile contenuto da un alto muro in mattoni che lo separa dalla strada. A ridosso del muro, un blocco di cemento funge da contrafforte: era impossibile eliminarlo per cui è diventato l'elemento centrale della progettazione. La vista infatti dall'estremità ovest del giardino è strepitosa:

La vista dall'angolo ovest del giardino

L'idea è stata dunque quasi scontata: una panca per osservare i Torricini ed un vaso al posto del parapetto sul lato verso la strada.

La prima proposta a schizzo sopravvissuta ad un volo nell'aria di Urbino e a diversi giorni nella bottega di un falegname
Confronto: prima e dopo la realizzazione della panca, del vaso e della struttura per rampicanti sullo sfondo

Per superare il primo dislivello tra il piano del prato principale ed il percorso che porta al terrazzino al piano superiore, sono state realizzate delle scale in rovere trattato. Il percorso è accompagnato da un bordo misto di agli, salvie, lavande, rose, tappezzanti varie (le piante sono state messe a dimora nell'autunno 2017 per cui ancora sono piccole e poco voluminose: altro effetto faranno nei prossimi anni).

Le scale in rovere ed il dettaglio del vaso che raccorda i piani ed ospita una rosa rampicante (con poche spine!)
Bordo misto lungo il muro che porta al terrazzino
Il giardino visto dal terrazzino
Piccola scarpata con aromatiche (lavande, rosmarino, elicriso, timo) e rose bianche sul retro
Pianta e prospetto del vaso e della panca con diverse proposte di combinazioni della vegetazione a scelta del cliente
Il vaso con bossi a sfera, salvia nemorsa, agli, campanule, tulbaghia. E la vista mozzafiato!
Il giardino visto dall'alto a metà maggio
Le piantine nel vaso quindici giorni dopo le prime fotografie
La vista sui Torricini in una giornata di sole

La informiamo che, per migliorare la Sua esperienza di navigazione su questo sito web, Lucia Falcioni, in qualità di titolare del trattamento, utilizza diversi tipi di cookie, tra cui: 1) Cookies tecnici o analitici prima parte 2) Cookies analitici di terze parti anonime; 3) Cookies analitici di terze parti non anonime; Nella pagina della informativa estesa “ Cookie policy” che trovate all’indirizzo web www.luciafalcioni.it sono presenti le istruzioni per negare il consenso all’istallazione di qualunque tipologia di cookie. Cliccando su “ACCETTO” o continuando la navigazione, dichiara di aver compreso le modalità nell'informativa estesa ai sensi dell’art. 13 del Reg. (UE) 2016/679. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi